I tarocchi nel matrimonio: un percorso di consapevolezza

Grazie al potere e all'energia della voce, Cerimonia Vocale ti aiuta a vivere con consapevolezza eventi, cerimonie e percorsi di crescita personale

I tarocchi nel matrimonio: un percorso di consapevolezza

i tarocchi nel matrimonio

Cosa sono i Tarocchi?

Parlare di tarocchi e matrimonio sembrerebbe mera superstizione, ma se mi segui ti dimostrerò che non è affatto così.

I Tarocchi sono lungi dall’essere un mezzo per vedere “cosa succederà domani”, anzi, diffida di chiunque utilizzi questo prezioso mezzo per rispondere a domande simili, perché non faresti altro che perdere tempo e denaro.

Quello che emerge dai Tarocchi riguarda l’Eterno Presente ed è da qui, dove tutto è Presente, che possono essere sviluppati i messaggi veicolati dalle carte, grazie ad una luminosa intuizione.

Gli Arcani sono icone archetipiche, che celano significati reconditi e profondi, custoditi preziosamente nelle immagini presenti su ogni carta e che alcune persone sono in grado di carpire, leggere ed organizzare.

Considera i Tarocchi come se fossero un libro che comunica in modo visivo, utilizzando simboli che parlano direttamente all’inconscio e alle parti più elevate del nostro Essere.

Una lettura di tarocchi può aiutare nella comprensione di noi stessi, della nostra personalità. Può fare emergere diversi messaggi, che non è detto che vengano compresi subito, oppure, al contrario, messaggi che chiariscono, immediatamente e dopo molto tempo, le aree più oscure e dubbiose che riguardano la nostra persona.

Tarocchi e matrimonio

Vorrei portarti all’interno di un viaggio simbolico che unisce Tarocchi e matrimonio.

Utilizzerò ogni carta dei Tarocchi, nello specifico i 22 Arcani Maggiori, per percorrere l’organizzazione della cerimonia di matrimonio e il suo compimento.

Questo ti dimostrerà che organizzare un matrimonio non è solo fonte di ansia e stress, ma, se vissuto con la giusta consapevolezza, può essere anche un viaggio interiore che ti prepara ad affrontare la trasformazione, il rito, che vivrai durante il grande giorno.

tarocchi di oswald wirth
I tarocchi di Oswald Wirth (i miei preferiti!)

Una visione sul matrimonio attraverso gli Arcani Maggiori

Ho diviso il percorso in quattro parti, definendo prima di tutto l’arcano numero 0, il Matto e procedendo con la divisione degli Arcani Maggiori, nell’ordine, nei Tre Settenari.

Puoi riconoscerti in esso, prendere spunto, condividerlo con le persone che ti stanno aiutando, o che a loro volta stanno organizzando il proprio matrimonio.

Arcani Maggiori di Oswald Wirth e… la mia musica

Il Matto
Tabula Rasa, la Materia Prima, il Nulla-Tutto

Che sia la prima volta, o meno, organizzare un matrimonio è sempre qualcosa di nuovo, perché il mercato cambia, le esigenze cambiano e anche tu cambi. Affrontare questa novità ti potrebbe far sentire spaesato, indeciso, dubbioso su mille cose, come se davanti ad una tela bianca, in modo completamente irrazionale, non sapessi bene da dove cominciare.

Primo Settenario
La volontà prende finalmente forma ed azione

1. Il Bagatto (o Mago)

Decidi però di darti da fare e cominciare a trasformare questa volontà in azione, proprio come il Mago, con tutti i suoi strumenti, la sua energia e vitalità e sei libero di cominciare a progettare e creare il tuo nuovo percorso con la persona che lo condividerà con te.

2. La Papessa

Per progettare qualcosa che ti rispecchi al meglio è necessario guardarsi dentro, senza farsi condizionare da pressioni esterne ed essere in grado, nell’interiorità, di vedere cosa realmente desideri per il tuo evento. La visione, l’emozione e l’immaginazione attiva di ciò che desideri davvero nel profondo è ciò che darà forma ai passi successivi.

3. L’Imperatrice

Eccoti futura sposa, archetipo di forza e creatività femminile che, emerso dalla lettura interiore della Papessa è pronta a condividere e creare con il suo imperatore.

4. L’Imperatore

Eccoti qui, caro futuro sposo, anche tu hai guardato dentro di te, perché sarai anche tu parte fondamentale dell’organizzazione e saranno necessari anche la tua forza di volontà, il tuo rigore e non solo quella della sposa come pensano tutti.

5. Il Papa

Le visioni che sono emerse, le verità, i desideri, devono sempre essere conformi ai propri valori e principi. Potrebbero cominciare a sbucare amici, parenti, conoscenti, colleghi, che vogliono imporre e dire la propria, ma, se dovessi scegliere qualcuno con cui confidarti e da cui trarre ispirazione, scegli sempre una persona saggia e che non si imponga in modo prepotente. Le aziende che sceglierai, ad esempio, dovrebbero essere selezionate anche sulla base di questa fiducia e capacità di ascolto, comprensione, consiglio.

6. Gli Amanti, o L’Innamorato

Le scelte sono i tasselli principali che daranno forma al tuo matrimonio, pertanto non dimenticare che è la coppia che organizza il proprio matrimonio, non altri. Cerca di mantenere il focus, soprattutto quando le pressioni dall’esterno diventano molto pesanti. L’evento è Vostro, non di altri, non esistono cose obbligatorie, ma solo quello che realmente desiderate.

7. Il Carro

Mantere la rotta e la concentrazione sull’obiettivo è la cosa che paga di più e permettere di procedere a velocità costante e cosciente verso la realizzazione e il successo. Questo aspetto e il riuscire a conciliare tante forze e scelte divergenti è determinante per tutti i passi che dovrai affrontare successivamente.

tarocchi arcani maggiori
Arcani Maggiori Marsigliesi

Secondo Settenario

Sempre più in profondità, sempre più vero

8. La Giustizia

Superata questa prima fase in cui hai inquadrato perfettamente chi sei e cosa vuoi per il tuo matrimonio senza farti condizionare da agenti esterni, puoi già fare un bilancio, in modo più imparziale possibile, che coinvolga sia gli aspetti più sottili, che quelli materiali e vedere se ogni cosa procede in modo giusto.

9. L’Eremita

Se c’è qualcosa che ti inquieta, che pensi di aver tralasciato, o sottovalutato, fermati, rifletti e torna a guardarti dentro, con pazienza e prudenza. Questa è una tappa utile che può chiarire e migliorare l’organizzazione prima che la maggior parte delle cose venga alla luce definitivamente. Ricordati che le aziende che scegli dovrebbero sempre essere un punto di riferimento in questo percorso e con il loro supporto alimentano la luce tua lanterna.

10. La Ruota

Sei a buon punto e lo senti, lo vedi, perché i tempi di realizzazione cominciano a farsi più serrati, hai sicuramente selezionato anche la maggior parte delle aziende che concretizzeranno i tuoi progetti e quindi vedi che tutto ciò che hai immaginato e pianificato comincia a prendere forma in modo dinamico.

11. La Forza

Possono esserci dei momenti in cui lo stress fa capolino, soprattutto se manca il tempo materiale, gli incontri con i fornitori diventano numerosi, fai fatica a conciliare gli impegni, i servizi proposti non sono esattamente come li avevi immaginate, devi fare i conti con il budget, sbucano sempre pareri e pressioni dall’esterno… Queste situazioni possono portare dissapori e discussioni anche con il tuo compagno/a, ma sappi che è normale ed è forse la fase decisiva. La Forza in questo caso non è qualcosa di brutale, ma è un tipo di movimento che nasce da dentro e che ci permette di dominare in modo mansueto e con polso queste situazioni, in cui lo sbalzo emotivo e le contingenze possono causare brutti scherzi.

12. L’Appeso

Sacrificare qualcosa è probabilmente una delle soluzioni che aiutano a superare questi momenti. Lascia andare la tensione e fai una lista degli elementi realmente prioritari, quelli a cui non rinunceresti mai per organizzare questo grande evento, soprattutto se hai evidenziato molte tensioni nella fase precedente. Lasciare andare non è un’azione completamente passiva, poiché liberi il tuo canale da tutto ciò che ammetti finalmente essere superfluo, di qualsiasi cosa si tratti e permetti agli eventi di manifestarsi secondo la tua reale volontà. Vecchi schemi, elementi che non ti rispecchiano, scelte non del tutto confermate che non ti convincono, davvero, qualsiasi cosa ti stia bloccando.

13. La Morte

Questa non è una carta negativa, anzi, ma ha insito in sé un grande potenziale di rinascita. Gli elementi superflui e deleteri che hai individuato nella fase precedente vanno lasciati morire, affinché il terreno che hai cominciato ormai da tempo a coltivare si prepari a ricevere i semi di un mondo nuovo. Non devono essere necessariamente fattori dedicati all’organizzazione fisica, ma anche a tutto ciò che di nuovo entrerà a far parte della tua vita, del nuovo mondo.

14. La Temperanza

La consapevolezza nasce dall’adattarsi prima di tutto a quelle che sono le cose che vogliamo davvero, in modo che tutto riesca a fluire senza ostacoli. Riuscire ad essere sopra le parti, a vedere tutto da un punto di vista più elevato, a focalizzare ciò che è necessario, crea intesa, collaborazioni proficue, cooperazione, idee ancora più geniali, ti rende più flessibile e tollerante nei confronti di eventuali imprevisti.

Tarocchi di Crowley/Harris

Terzo Settenario

Verso la realizzazione del grande giorno, a qualsiasi costo!

15. Il Diavolo

Tieni duro, lo so che manca ormai poco tempo e il pericolo è quello di fare un passo indietro e lasciarsi prendere in modo aggressivo da eccessi, dubbi, paure che coinvolgono ogni sfera personale e non. Potresti pensare di non farcela, chiederti che cosa stai combinando, andare a ritoccare il fondo dell’irrazionalità, pensare che andrà tutto male, o che le aziende ingaggiate ti fregheranno. Ma guarda questa grande energia che anima questi processi e pensieri, non pensi che possa essere incanalata in modo costruttivo?

16. La Torre

La pazienza è fondamentale e, se ci fosse ancora qualcosa che provoca ostruzione, che è rimasto indietro, intrappolato, fosse anche il parere del parente che non vedi da 10 anni, o il colore di un petalo (o quello che vuoi immaginare, piccolo, o grande, che sia), va fatto crollare, lasciato andare, come se venisse colpito da un fulmine (la folgore della Torre). Forse hai sottovalutato qualche aspetto, è normale, ma sei ancora in tempo, adesso o mai più!

17. La Stella

Guarda quante cose meravigliose e belle hai contribuito a creare, le tue partecipazioni, il tuo abito, gli allestimenti e le decorazioni, la musica perfetta che descrive i tuoi valori… Ogni cosa! Questo ti dimostra che i sogni sono a tutti gli effetti cose reali, sin dal primo momento in cui vengono concepiti.

18. La Luna

Sei arrivato all’ultima notte. La Luna può descrivere un mondo illusorio, un mondo astrale in potenza, ma dà anche modo di agire con coraggio per riuscire a vedere cosa si cela nelle acque oscure del nostro mare, ci dà modo di vedere che questa notte ha già insito il raggio di luce che andrà a toccare il fondo di quelle acque, dissipando ogni dubbio, perché hai realizzato quello che desideravi, esattamente come volevi.

19. Il Sole

Ed ecco arrivata la mattina del giorno decisivo, il sole inonda nuovamente il tuo mondo quotidiano, ma dentro di te è nato un sole nuovo e percepisci che ogni tipo di illusione “notturna” è stata dissipata, senti una gioia che non avevi mai percepito. È tutto al posto giusto, come dovrebbe essere.

20. Il Giudizio

Ti appresti a svolgere i preparativi e ripercorri tutto quello che hai fatto per arrivare fino qui. Ci sono cose che ti hanno migliorato, altre che hai capito che non ti servivano più e ti hanno fatto avanzare, ci sono stati cambiamenti, scoperte, esperienze positive e negative che ti hanno formato, hanno ampliato la tua visione, la tua mente, la considerazione che hai di te stesso e di ciò che ti circonda. Cose che mai avresti pensato di poter realizzare, o pensare. Il bilancio delle cose così come sono, giuste.

21. Il Mondo

La cerimonia sta per cominciare, il culmine di questo meraviglioso percorso. Ecco la grande realizzazione interiore ed esteriore di cui sei stato e sei protagonista. Questa però non è una conclusione, perché il mondo nuovo che stai per costruire con il matrimonio comincia proprio da qui, da questo primissimo successo, momento di gioia e di luce, come accade alla fine di ogni gestazione, che è l’inizio di ogni nuova creazione.

E adesso, come coronare al meglio questo percorso?

Con un’esperienza profonda che, grazie al potere della voce e della consapevolezza, ti accompagna per tutta la durata dell’organizzazione e, naturalmente, della cerimonia

Questa esperienza, che non esiste sul mercato, si chiama Cerimonia Vocale ed è stata creata proprio per favorire la consapevolezza degli sposi e accompagnarli verso la grande trasformazione che avviene con la cerimonia.

La musica in questo caso differisce dalle solite proposte, poiché racchiude in sè il potere di farti accedere a questa dimensione elevata, per la quale ti sei preparato nel corso di tutta l’organizzazione.

SCOPRI ORA CERIMONIA VOCALE
cliccando sui pulsanti qui sotto